11 ottobre 2018-31 gennaio 2019
NICCOLÒ MACHIAVELLI: IL PENSIERO POLITICO
Miranda Alberti

Tragico destino quello del Machiavelli di essere diventato simbolo di cinismo e non di intelligenza politica. Antonio Gramsci, che lo studiò a fondo, ne fece la sua guida spirituale. Nel corso ripercorreremo i concetti fondamentali della sua filosofia politica, cercando di metterne in evidenza l’attualità.
5 incontri, giovedì ore 18.15-19.45: 11.10., 8.11., 6.12.2018, 10.01. 31.01.2019
Euro 100,-

Laureata in Filosofia (Università di Firenze), Miranda Alberti ha svolto successivi studi presso l’Institut für Geistesgeschichte u. Philosophie der Renaissance della LMU e presso la Schelling-Kommission della Bayerische Akademie der Wissenschaften di Monaco di Baviera, specializzandosi nella filosofia dell’idealismo tedesco. Lavora come libera docente di lingua e cultura italiana presso l’Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera conducendo corsi e seminari di letteratura, storia della filosofia e filosofia dell’arte. Partecipa come relatrice a seminari e convegni su argomenti filosofici, storici e letterari sia in Italia che in Germania.

18 ottobre-13 dicembre 2018
L'ITALIA ATTRAVERSO I SUOI GRANDI PERSONAGGI
(livello B1/B2)
Maria Antonietta Esposito

Durante il corso si lavorerà su testi, filmati e ascolti. Scopriremo insieme l'Italia attraverso i personaggi che hanno reso grande il nostro Paese.
8 incontri, giovedì ore 16.30-18.00: 18.10., 25.10., 8.11., 15.11., 22.11., 29.11., 6.12., 13.12.2018
Euro 160,-

Maria Antonia Esposito-Ressler si è laureata in Lingue e letterature straniere all’università di Cagliari/Sardegna. Dal 1989 al 2017 è stata lettrice presso l’Istituto di Italianistica della Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera e si è occupata sia dell’insegnamento che del coordinamento dei corsi di lingua italiana. È inoltre autrice di alcune grammatiche e di manuali per l’insegnamento della lingua italiana.

ALLA SCOPERTA DELLE GRANDI CITTÀ D’ARTE ITALIANE, TRA CULTURA E CUCINA
Massimo De Angelis

Lunedì 22 ottobre 2018, ore 18.00-20.00
ROMA
Presentazione storico urbanistica della città e proposte di uno o più itinerari di visita virtuale ai luoghi più significativi, dove hanno operato gli artisti che hanno influenzato maggiormente la storia culturale ed architettonica di Roma (Pietro Cavallini, Raffaello, Michelangelo, Caravaggio, Bernini, Borromini). Breve descrizione storico architettonica di alcuni dei più importanti monumenti romani: classici (Pantheon, Fori, Colosseo), medievali (S. Maria Maggiore, Monastero di Santi Quattro coronati, S. Maria in Trastevere, S. Maria in Aracoeli), rinascimentali (Campidoglio, Chiesa del Gesù, la Cancelleria e il tempietto del Bramante) e barocchi (Basilica di San Pietro, S. Maria della Pace, S. Carlino alle Quattro fontane).
Incontro con la cucina tradizionale romana. La pasta alla carbonara, alla cacio e pepe, all’amatriciana, la coratella, i filetti fritti di baccalà, i carciofi alla giudia, l’abbacchio scottadito, broccoli e arzilla, la coda alla vaccinara, la pajata, il pollo con i peperoni, la trippa alla romana… sono alcuni dei piatti più famosi attraverso i quali raccontare la millenaria storia della cucina romana.
Euro 25,-

Lunedì 19 novembre 2018, ore 18.00-20.00
FIRENZE
Inquadramento storico urbanistico della città e delle personalità artistiche che hanno maggiormente influenzato la storia culturale ed artistica di Firenze (Giotto, Brunelleschi, Masaccio, Donatello, Botticelli, Michelangelo, Vasari). Descrizione storico architettonica di alcuni dei suoi monumenti più importanti: medievali (Battistero di S. Giovanni, San Miniato al Monte, chiese di S. Maria Novella e di Santa Croce), rinascimentali (cattedrale di S. Maria del Fiore, Cupola del Brunelleschi, chiesa di Santo Spirito Palazzo Strozzi e Palazzo Medici Riccardi, Biblioteca Laurenziana,) e barocchi (Palazzo Pitti, Giardino dei Boboli, Uffizi).
Incontro con la cucina tipica fiorentina. Nella cucina toscana vince la carne, con la fiorentina, di chianina, prodotta nella Val di Chiana, per proseguire con la faraona, il cappone, il coniglio, il fagiano, l’arista e la trippa. Il pesce fa la sua comparsa con la ricetta del caciucco alla livornese. Poi l’olio di oliva e il pecorino, il lardo di Colonnata. Proseguendo con i cereali, i legumi e le verdure per zuppa e pancotto, ribollita e pappa al pomodoro. Ma la cucina toscana è anche dolce, con una saporita alternanza di gusti secchi e morbidi, cantucci e zuccotto, castagnaccio e panforte.
Euro 25,-

Lunedì 10 dicembre 2018, ore 18.00-20.00
GENOVA E LA LIGURIA
La Liguria è una regione di grande richiamo turistico per le sue bellezze naturali ed artistiche, tra le quali spiccano, a Ponente la Riviera dei Fiori, al centro Genova e a Levante Portofino, le Cinque Terre e Porto Venere. Tra i monumenti più importanti: i palazzi storici e la cattedrale di San Lorenzo a Genova, l’abbazia di san Fruttuoso a Camogli, la chiesa di San Pietro a Portovenere.
Incontro con la cucina tipica ligure. La cucina ligure è attraversata dal profumo del basilico che nel mortaio insieme a olio, aglio, formaggio e pinoli diventa il Pesto, la famosa salsa ligure usata come condimento. Il pesce è spesso protagonista nelle ricette tipiche della cucina ligure, dal cappon magro allo stoccafisso, ai “muscoli” (i mitili). Ma piatti semplici la torta pasqualina, la focaccia, la farinata, la mesciüa, i panigacci, la cima, tutte ricette povere dei contadini e dei portuali che sono diventate oggi ambasciatrici del gusto culinario ligure. L’olio extravergine è delicato e fruttato, i vini bianchi delle Cinque Terre sono famosi in tutto il mondo.
Euro 25,-

 

Lunedì 21 gennaio 2019, ore 18.00-20.00
INCONTRO CON L’OLIO NUOVO
Massimo De Angelis

L’olio extravergine di oliva è frutto di coltivazioni secolari e, come il vino, acquista sapore e aroma diversi a seconda della varietà delle olive (cultivar), delle zone di produzione, delle modalità di raccolta e di spremitura.
Programma:
- Come nasce l’olio extravergine di oliva: i cultivar, le caratteristiche organolettiche, la coltivazione, la potatura, le zone di produzione.
- La raccolta delle olive, la molitura, la conservazione, i tipi di olio di oliva.
- I disciplinari di produzione per i marchi di Denominazione di Origine Protetta (DOP).
- Incontro con le produzioni regionali italiane (Toscana, Umbria, Lazio, Puglia.) con una piccola degustazione di olii extravergine D.O.P e I.G.P.
- L’uso dell’olio extravergine nella cucina italiana.
- Fotografie dei paesaggi italiani dell’olivicoltura.
Euro 25,-

 

Lunedì 11 febbraio 2019, ore 18.00-20.00
INCONTRO CON L’ACETO BALSAMICO DI MODENA
Massimo De Angelis

L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena è uno dei prodotti più pregiati nel panorama alimentare italiano; è un condimento versatile, dai tanti abbinamenti, assai diffuso nella cucina italiana. L’uva proviene esclusivamente dai vitigni di Lambrusco, Sangiovese, Trebbiano, Albana, Ancellotta, Fortana e Montuni. Al mosto vengono aggiunti aceto di vino, nella misura minima del 10%, e una aliquota di aceto vecchio di almeno 10 anni.
Programma:
- Come si produce l’Aceto Balsamico di Modena: all’origine del prodotto, le caratteristiche dei mosti, l’acetificazione e l’invecchiamento.
- Il confezionamento, l’etichettatura, i vincoli territoriali.
- I disciplinari di produzione per i marchi di Denominazione di Origine Protetta DOP e IGP.
- L’uso dell’aceto Balsamico nella cucina italiana: sulle verdure, con il Parmigiano Reggiano Dop, sulla carne, ed anche sulla frutta ed il gelato.
- Degustazione di vari Aceti Balsamici DOP e IGP.
Euro 25,-

Massimo De Angelis (Firenze 1956) opera professionalmente da molti anni nel campo del restauro architettonico. Collabora con vari Istituti e Università in Italia ed in Germania, in particolare con la Pontificia Università Antonianum di Roma. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni. In Toscana, vicino a Siena, possiede una piccola azienda agricola che produce olio extravergine di oliva.

 

L’ITALIANO VIEN MANGIANDO!
Gabriella Caiazza

Cucina, cultura e storia gastronomica, tradizioni, enologia: sono questi i temi di cui si parlerà (in italiano, si capisce) durante questo incontro. Ma si può parlare di cucina senza cucinare (e mangiare)? Assolutamente no. Ci troveremo quindi davanti ai fornelli alle prese con ricette tradizionali e moderne e infine gusteremo i piatti da noi preparati accompagnandoli con ottimi vini.

Sabato 20.10.2018, ore 10.00-15.00    cucina sarda
Sabato 24.11.2018, ore 10.00-15.00    cucina piemontese   
Mercoledì 12.12.2ß18, ore 17.30-22.00
Sabato 16.02.2019, ore 10.00-15.00

Quota d'iscrizione per appuntamnebto: euro 75,- + euro 20,- per l’acquisto degli ingredienti.
8-10 partecipanti.

Gabriella Caiazza–Schwarz ha studiato letteratura italiana e slavistica alle università di Trieste, Zagabria e Monaco di Baviera. Dal 1985 è docente di lingua e cultura italiana (dal 1985 al 1987 presso l’Istituto italiano di cultura di Stoccarda, dal 1987 presso quello di Monaco di Baviera). Dal 1988 al 1997 è stata ricercatrice di letteratura serba, croata e bosniaca all’Università Ludwig Maximilian di Monaco di Baviera. Dal 1998 è traduttrice giurata per la lingua italiana. Da sempre appassionata di cucina, ha tenuto corsi sulla cultura gastronomica italiana e sull’enologia per diverse istituzioni.

19 novembre 2018-7 gennaio 2019
LE PAROLE EMOZIONALI ATTRAVERSO LA POESIA
Anna Russo

Questo corso si propone di sensibilizzare e avvicinare i partecipanti al lessico emotivo e affettivo, per comprendere le sfumature di un'emozione e fornire termini utili alla descrizione dei propri stati d'animo. Prendendo spunto da un tema psicologicamente rilevante (l'amore, l'amicizia, la natura ecc.), gli allievi avranno modo di confrontarsi con la poesia italiana contemporanea, di riflettere sulle peculiarità del suo linguaggio e sulle sue valenze introspettive, evocative, espressive. In un clima sereno e senza forzature l'alunno-autore-lettore impegnerà a fondo la propria inventiva. Tramite esperimenti di scrittura creativa imparerà a non temere le parole emozionali, ma a padroneggiarle e a farle proprie.
Livello B2.
6 incontri, lunedì ore 18.00-19.30:
19.11., 26.11., 3.12., 10.12., 17.12.2018, 7.01.2019
Euro 120,-

Anna Russo:
- laurea in lingue e letterature straniere presso l'università di Bologna
- dottorato di ricerca in letterature comparate presso l'università di Augsburg
- certificati DITALS I e II
- esperienza di insegnamento pluriennale, maturata presso le università di Bochum, Augsburg e Monaco di Baviera, scuole internazionali (MIS) e centri culturali (ICI)