Forum Italia Logo
Italiano Deutsch
Forum Italia Kontaktdaten

Home > Kultur

   
     CORSI CULTURALI
     In lingua italiana
    


   

9 marzo-20 luglio 2018
IL CLUB DEL LIBRO. GRUPPO DI LETTURA
Gabriella Caiazza-Schwarz

Il Club del libro è una forma d’intrattenimento che permette agli appassionati della lettura di incontrare altri estimatori di romanzi per scambiare opinioni e commenti su un libro letto in precedenza. Durante il primo appuntamento si parlerà di
Le tre del mattino di Gianrico Carofiglio.
6 incontri, venerdì ore 11-12.30:
9.03., 13.04., 4.05., 8.06., 29.06., 20.07.
Euro 120,-

Gabriella Caiazza–Schwarz ha studiato letteratura italiana e slavistica alle università di Trieste, Zagabria e Monaco di Baviera. Dal 1985 è docente di lingua e cultura italiana (dal 1985 al 1987 presso l’Istituto italiano di cultura di Stoccarda, dal 1987 presso quello di Monaco di Baviera). Dal 1988 al 1997 è stata ricercatrice di letteratura serba, croata e bosniaca all’Università Ludwig Maximilian di Monaco di Baviera. Dal 1998 è traduttrice giurata per la lingua italiana.

 

 

15 marzo-5 luglio 2018
GIOTTO: LA RIVOLUZIONE PITTORICA
Miranda Alberti

Giotto di Bondone nasce probabilmente nell'anno 1267, a Colle di Vespignano nel Mugello. Pittore, architetto, scultore, è una delle massime figure dell'arte non solo italiana, ma dell'intero Occidente. La sua arte “dal naturale” segna il passaggio dal Medioevo al Rinascimento. Gli incontri saranno dedicati alla biografia e all’analisi delle opere di questo maestro geniale, che ha trasformato radicalmente il concetto di pittura.
5 incontri, giovedì ore 18-19.30.
15.03. Giotto e il suo maestro Cimabue
12.04. Giotto e Dante
3.05. Giotto e San Francesco
7.06. Giotto a Padova
5.07. Giotto imprenditore
Euro 100,-

Laureata in Filosofia (Università di Firenze), Miranda Alberti ha svolto successivi studi presso l’Institut für Geistesgeschichte u. Philosophie der Renaissance della LMU e presso la Schelling-Kommission della Bayerische Akademie der Wissenschaften di Monaco di Baviera, specializzandosi nella filosofia dell’idealismo tedesco. Lavora come libera docente di lingua e cultura italiana presso l’Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera conducendo corsi e seminari di letteratura, storia della filosofia e filosofia dell’arte. Partecipa come relatrice a seminari e convegni su argomenti filosofici, storici e letterari sia in Italia che in Germania.

 

 

ALLA SCOPERTA DELLE GRANDI CITTÀ D’ARTE ITALIANE, TRA CULTURA E CUCINA
Massimo De Angelis

Lunedì 19 marzo 2018, ore 18-20
FIRENZE

Inquadramento storico urbanistico della città e delle personalità artistiche che hanno maggiormente influenzato la storia culturale ed artistica di Firenze (Giotto, Brunelleschi, Masaccio, Donatello, Botticelli, Michelangelo, Vasari). Descrizione storico architettonica di alcuni dei suoi monumenti più importanti: medievali (Battistero di S. Giovanni, San Miniato al Monte, chiese di S. Maria Novella e di Santa Croce), rinascimentali (cattedrale di S. Maria del Fiore, Cupola del Brunelleschi, chiesa di Santo Spirito Palazzo Strozzi e Palazzo Medici Riccardi, Biblioteca Laurenziana,) e barocchi (Palazzo Pitti, Giardino dei Boboli, Uffizi).
Incontro con la cucina tipica fiorentina
Nella cucina toscana vince la carne, con la fiorentina, di chianina, prodotta nella Val di Chiana, per proseguire con la faraona, il cappone, il coniglio, il fagiano, l’arista e la trippa. Il pesce fa la sua comparsa con la ricetta del caciucco alla livornese. Poi l’olio di oliva e il pecorino, il lardo di Colonnata. Proseguendo con i cereali, i legumi e le verdure per zuppa e pancotto, ribollita e pappa al pomodoro. Ma la cucina toscana è anche dolce, con una saporita alternanza di gusti secchi e morbidi, cantucci e zuccotto, castagnaccio e panforte.
Euro 25,-

 

Lunedì 30 Aprile 2018, ore 18-20
ROMA

Presentazione storico urbanistica della città e proposte di uno o più itinerari di visita virtuale ai luoghi più significativi, dove hanno operato gli artisti che hanno influenzato maggiormente la storia culturale ed architettonica di Roma (Pietro Cavallini, Raffaello, Michelangelo, Caravaggio, Bernini, Borromini). Breve descrizione storico architettonica di alcuni dei più importanti monumenti romani: classici (Pantheon, Fori, Colosseo), medievali (S. Maria Maggiore, Monastero di Santi Quattro coronati, S. Maria in Trastevere, S. Maria in Aracoeli), rinascimentali (Campidoglio, Chiesa del Gesù, la Cancelleria e il tempietto del Bramante) e barocchi (Basilica di San Pietro, S. Maria della Pace, S. Carlino alle Quattro fontane).
Incontro con la cucina tradizionale romana.
La pasta alla carbonara, alla cacio e pepe, all’amatriciana, la coratella, i filetti fritti di baccalà, i carciofi alla giudia, l’abbacchio scottadito, broccoli e arzilla, la coda alla vaccinara, la pajata, il pollo con i peperoni, la trippa alla romana… sono alcuni dei piatti più famosi attraverso i quali raccontare la millenaria storia della cucina romana.
Euro 25,-

 

Lunedì 14 maggio 2018, ore 18-20
GENOVA E LA LIGURIA

La Liguria è una regione di grande richiamo turistico per le sue bellezze naturali ed artistiche, tra le quali spiccano, a Ponente la Riviera dei Fiori, al centro Genova e a Levante Portofino, le Cinque Terre e Porto Venere. Tra i monumenti più importanti: i palazzi storici e la cattedrale di San Lorenzo a Genova, l’abbazia di san Fruttuoso a Camogli, la chiesa di San Pietro a Portovenere.
Incontro con la cucina tipica ligure
La cucina ligure è attraversata dal profumo del basilico che nel mortaio insieme a olio, aglio, formaggio e pinoli diventa il Pesto, la famosa salsa ligure usata come condimento. Il pesce è spesso protagonista nelle ricette tipiche della cucina ligure, dal cappon magro allo stoccafisso, ai “muscoli” (i mitili). Ma piatti semplici la torta pasqualina, la focaccia, la farinata, la mesciüa, i panigacci, la cima, tutte ricette povere dei contadini e dei portuali che sono diventate oggi ambasciatrici del gusto culinario ligure. L’olio extravergine è delicato e fruttato, i vini bianchi delle Cinque Terre sono famosi in tutto il mondo.
Euro 25,-

Massimo De Angelis (Firenze 1956) opera professionalmente da molti anni nel campo del restauro architettonico. Collabora con vari Istituti e Università in Italia e in Germania, in particolare con la Pontificia Università Antonianum di Roma. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni. In Toscana, vicino a Siena, possiede una piccola azienda agricola che produce olio extravergine di oliva.

 

 

9-23 aprile 2018
INCONTRI DI LINGUA E CULTURA NAPOLETANA ATTRAVERSO LE POESIE E LE CANZONI DEI PIÙ GRANDI AUTORI CLASSICI NAPOLETANI
Angela Rossi

Eduardo De Filippo, Salvatore Di Giacomo, Libero Bovio, Ferdinando Russo, Ernesto Murolo, alcuni tra i più grandi autori napoletani. Impareremo a conoscerli attraverso alcune delle loro poesie e scopriremo tante espressioni, spesso divertenti, della lingua napoletana. Un modo di capire e conoscere Napoli.
3 incontri, lunedì ore 16-18: 9.04., 16.04., 23.04.
Euro 75,-

 

10-24 aprile 2018
IL PANORAMA GIORNALISTICO ITALIANO
Angela Rossi

Corriere della Sera, Repubblica, Il Giornale, Libero, Il Fatto Quotidiano: una panoramica sulle principali testate italiane e sui giornalisti che fanno opinione ed orientano. I diversi modi di dare la stessa notizia: impariamo a leggere tra le righe.
3 incontri, martedì ore 16-17.30: 10.04., 17.04., 24.04.
Euro 60,-

Angela Rossi, giornalista e scrittrice, Ha collaborato con le principali testate italiane occupandosi di cronaca nera. È autrice di diverse pubblicazioni tra le quali un libro sulla mafia e "Veronica e le altre", sulla violenza contro le donne. Attualmente sta lavorando alla realizzazione di un docu-film sul femminicidio.

 

 

Da giovedì 19 aprile 2018
INCONTRI DI SCRITTURA CREATIVA CON LA SCRITTRICE SILVIA DI NATALE

Hai una storia nel cassetto, ma non sai come scriverla? Senti di saper scrivere, ma non trovi la storia da raccontare? Hai già scritto dei testi, ma ti serve qualche consiglio? E soprattutto: Vuoi sapere se si può imparare a scrivere? La risposta è: certo. Basta non aver paura di incominciare.
5 incontri, giovedì ore 18-21.
Euro 195,-

Silvia Di Natale vive e lavora nella sua casa sul lago, a est di Monaco. Ha pubblicato per le case editrici Feltrinelli, Piemme e De Agostini sette romanzi, un reportage di viaggio e un libro per ragazzi. Presto uscirà la seconda antologia di testi scritta dalle studentesse della Scuola di Scrittura Creativa Ellemù.

 

 

Giovedì 26 aprile 2018, ore 18-19.30
(Iscrizioni entro venerdì 20 aprile 2018)
LA STAMPA, LA MUSICA E LA LINGUA ITALIANA A VENEZIA NEL RINASCIMENTO. IL SISTEMA DEI PRIVILEGI
Paola Zuccarini

Il Cinquecento è un periodo segnato da innovazioni e grande sviluppo. Le prime raccolte a stampa di musica polifonica risalgono già ai primi anni del XVI secolo. Venezia in quel tempo era un importante centro musicale costituito da musicisti di origine veneziana e franco-fiamminga e da un repertorio composto principalmente da frottole, madrigali e composizioni strumentali per organo e liuto. Lo stile e le composizioni policorali della scuola veneziana influenzarono la musica europea del XVI secolo. L’editoria musicale contribuì al reperimento e alla divulgazione della musica. Gli editori Ottaviano Petrucci e Andrea Antico si distinsero per aver perfezionato le procedure di stampa esistenti, per aver adottato parametri elevati di qualità artistica nella redazione dei testi, nella composizione grafica e nell’impressione della musica con un risultato molto elegante delle opere prodotte, su modello dei manoscritti. Per tutelare le opere e le tecniche di stampa da contraffazioni ed imitazioni essi si avvalsero dell’istituto giuridico del privilegio. Tale strumento svolge funzione precipua nell’evoluzione dell’editoria in generale a partire dal 1469, anno in cui fu accordato il primo privilegio librario al tedesco Giovanni da Spira dal governo di Venezia per la pubblicazione dell’opera “Epistulae ad familiares” di Cicerone.
Euro 15,-

Paola Zuccarini si è laureata a Roma in giurisprudenza presso l’università La Sapienza ed ha conseguito l’abilitazione alla professione di avvocato presso la Corte d’appello di Roma nel 1996. Nel 2012 ha conseguito il titolo “Magister legum” (LL.M.) a conclusione del master svolto presso la facoltà di giurisprudenza dell’università Ludwig Maximilian di Monaco di Baviera; presso la facoltà di Filologia italiana della medesima università svolge attualmente un dottorato interdisciplinare concernente “letteratura e diritto”. In Italia per più di dieci anni ha svolto attività professionale nell’ufficio legale di una società di recupero crediti appartenente al gruppo bancario Banca di Roma S.p.A. Dal 2010 è socio fondatore di Forum Italia e.V. e dal 2012 ne è la presidente.

 

 

Giovedì 5 luglio 2018, ore 18.00-19.30
DA ARISTOFANE A MACHIAVELLI, DA PLAUTO ALLA COMMEDIA DELL'ARTE E A GOLDONI: ALCUNE RIFLESSIONI SULLA TRASFORMAZIONE DEL CONCETTO DI "COMICO" DALL'ANTICHITÀ ALL'EPOCA MODERNA
Federica Casolari-Sonders

Questo seminario si propone di evidenziare come elementi appartenenti a due forme diverse di comicità – rappresentate l’una dalla commedia greca di Aristofane e l’altra dalla commedia latina di Plauto – siano confluiti nel primo caso in alcuni esempi di commedie del primo Umanesimo, nelle perdute Maschere (e forse anche nella Mandragola) di Niccolò Machiavelli e nel secondo caso in alcune composizioni significative della Commedia dell’Arte, i cui schemi saranno in parte utilizzati ed in parte superati nelle commedie di Carlo Goldoni. Lo scopo sarà di mettere in luce in quale misura gli elementi di derivazione presi in esame siano stati mutuati dal teatro antico ed adattati alla situazione storico-politica italiana del 1500 (con Machiavelli), del 1600 (con la Commedia dell’Arte, in realtà già nata nel 1500) e del 1700 (con Goldoni).
Euro 15,-

Federica Casolari-Sonders è nata a Bologna, dove ha studiato e si è laureata nel 1994 in Lettere Classiche. All’Università di Münster ha conseguito il titolo di Dr. Phil. dopo aver scritto una tesi di dottorato dal titolo “Die Mythentravestie in der griechischen Komödie”. Dal 2005 è docente di latino e greco alla Ludwig-Maximilians-Universität München, dove da alcuni anni tiene diversi corsi su temi di grammatica e letteratura latina e greca ed in particolare sul teatro greco. Dal 2004 inoltre è responsabile della redazione scientifica della collana “Edition Antike” (Wissenschaftliche Buchgesellschaft), che pubblica testi classici latini e greci con traduzione e commento. Da alcuni anni si dedica alla ricezione del teatro antico in età moderna.